Nonostante la nomina della nuova giunta l’attività politico – amministrativa regionale è ancora in piena paralisi. Le istanze dai territori sono molteplici come hanno dimostrato le manifestazioni degli ultimi due giorni di Scanzano e Potenza e fanno lasciano interdetti i selfie sorridenti di qualche esponente di maggioranza e opposizione strappati in mezzo alla folla. 

Oggi è atteso l’ennesimo vertice di maggioranza in quel di Roma per cercare di trovare una quadra nel mercato primaverile delle poltrone. Nel frattempo, i cittadini, continuano a segnalarci inaccettabili disservizi ai CUP degli ospedali di Potenza e Matera. Una situazione che ormai va  avanti da un paio di settimane e che fatica a ritrovare la normalità. Il tilt che interessa il sistema di prenotazione non sembra essersi affatto risolto e le rassicurazioni da parte dei vertici delle aziende sanitarie si sono dissolte nel nulla. 

Da parte del dipartimento sanità non abbiamo avuto alcun riscontro alla richiesta di documentazione sul contratto sottoscritto con la ditta appaltatrice per l’espletamento del servizio di CUP. Il neo assessore Fanelli prenda di petto questa situazione insostenibile e metta in campo tutte le azioni necessarie al ripristino della normalità. 

Non è concepibile costringere centinaia di cittadini a lunghe code e disservizi proprio nel momento in cui sembra allentarsi la morsa del covid. Ribadiamo, ancora una volta, che non è più possibile continuare con questo valzer delle poltrone. Se non ci sono le condizioni, si voti la mozione di sfiducia al più presto per mettere fine a questa estenuante agonia.   

Gianni Perrino
Gianni Leggieri
Carmela Carlucci
Movimento 5 Stelle Basilicata – Consiglio Regionale