L’ignoranza e l’illegalità non hanno limiti. Destano non poca impressione alcune immagini di rifiuti abbandonati ai bordi della SP 18, che conduce alla località di Gaudiano, nel territorio del Comune di Venosa. Si tratta di alcune balle di rifiuti (plastica e altro materiale) di diversi quintali che sono state improvvidamente lasciate in piena campagna da chi doveva trasportarli nel luogo deputato al corretto smaltimento.

Ancora una volta assistiamo a comportamenti non solo illegali ma anche ignobili da parte di chi non sa cosa sia avere a cuore il proprio territorio e la natura dei luoghi. Non sappiamo chi si è reso protagonista di questo atto, ma dalle foto scattate da alcuni cittadini si tratta di balle di rifiuti che avevano già subito un primo processo di lavorazione e poi nel percorso verso altra destinazione sono state abbandonate in aperta campagna. Oltre al danno la beffa. Il mancato smaltimento di questi rifiuti non solo crea seri problemi ambientali. I luoghi del rinvenimento delle balle di rifiuti sono circondati da campi coltivati. Recuperare queste montagne di schifezze implicherà alti costi a carico della collettività, per tutti noi.

Sono sempre più convinto che chi inquina non solo annega in un mare di ignoranza crassa, ma spesso si rende protagonista di condotte criminali che non possono essere tollerate.

Gianni Leggieri
Consigliere regionale MoVimento Cinque Stelle