Pur avendo come primo punto all’ordine del giorno una nostra proposta di legge sul reddito energetico non abbiamo ritenuto opportuno prendere parte ai lavori dell’ultima seduta di Consiglio Regionale. Consideriamo troppo importante questa proposta per renderla oggetto di proposte al ribasso o diluirla in uno sterile ordine del giorno così come proposto da qualche esponente del governo regionale. A nostro avviso si tratta di una misura che guarda ben oltre rispetto allo sconto in bolletta perseguito dal governo Bardi e dalla sua maggioranza.

Dal punto di vista politico ieri abbiamo evitato di prendere parte all’ennesima seduta trasformatasi in saloon con le ormai stucchevoli schermaglie messe in campo dai malpancisti cronici della maggioranza, Zullino e Vizziello. Non è dato capire quanto l’appoggio di Italia Viva sarà organico alla maggioranza zoppicante del centrodestra in questo ultimo scorcio di legislatura. Ieri sono stati numerosi gli attestati di stima nei confronti di Braia e Polese, quasi quanto le bordate nei confronti di Zullino e Vizziello.

Noi ribadiamo che non è nostra intenzione fare da stampella. Una cosa è certa: Bardi non potrà continuare ancora a lungo col mendicare il soccorso per l’approvazione del provvedimento più elementare. Prenda atto del suo fallimento ed eviti ulteriori umiliazioni a questa istituzione.

Gianni Perrino
Gianni Leggieri
Carmela Carlucci
Movimento 5 Stelle Basilicata – Consiglio Regionale