Sono molto onorato di assumere la carica di Vice Presidente della Commissione regionale dei Lucani nel Mondo e spero di svolgere il mio incarico con la massima trasparenza e disponibilità nei confronti di Voi tutti, avvalendomi del supporto organizzativo dell’Ufficio segreteria della Commissione in Consiglio regionale.

I lucani nel mondo sono una vera risorsa e la giornata che celebriamo oggi rappresenta una grande occasione per non dimenticare la nostra storia. L’occasione giusta per ricordare sempre l’impegno dei nostri corregionali desiderosi di mantenere un forte legame con la terra d’origine. Io stesso sono stato un ‘lucano all’estero’ essendo nato in Svizzera, a Zurigo, e ricordo bene l’amore di tanti nostri corregionali verso la Lucania.

L’impegno che assumo, come Vice Presidente della CRLM, sarà quello di ripensare ad una serie di attività per rendere pienamente partecipi tutti i lucani presenti in ogni parte del mondo. Bisognerà coinvolgere soprattutto i nostri giovani, figli o nipoti di emigrati lucani, ‘ambasciatori’ della nostra Basilicata. Rendere attivamente partecipi gli imprenditori di origine lucana che all’estero si sono affermati e che potranno diventare esempi virtuosi per chi opera nello stesso settore, qui da noi.

Decisivo il ruolo dei lucani che da lontano provano a contribuire nel rendere grande la nostra terra. A questo proposito, mi viene in mente la storia dell’ingegnere Rocco Petrone (i cui genitori erano originari di Sasso di Castalda) che ha portato la ‘Basilicata sulla Luna’ diventando il direttore del Programma Apollo.

Dobbiamo smetterla con la solita litania del ‘turismo di ritorno’, occorrerà dare voce alle nuove attività imprenditoriali: basti pensare, solo per fare un esempio, ai nuovi giovani imprenditori che hanno cominciato a farsi conoscere in tutto il mondo, grazie alla commercializzazione di prodotti come il pistacchio, il tartufo, lo zafferano. Per questo alcune Associazioni presenti in Italia stanno provando a fare rete con i vari operatori lucani per far conoscere le realtà gastronomiche locali.

Inizia oggi una nuova fase per un dialogo propositivo e costruttivo con i tanti lucani sparsi per il mondo: la CRLM avrà l’importante compito di ripensare ad una serie di attività, esaminando minuziosamente tutti i programmi e le proposte. Si dovrà accantonare la fase dell’assistenzialismo e, d’ora in poi, ripensare ad un nuovo ruolo della Commissione non come a un luogo del romantico ricordo ma a luogo dove connettere professionalità, capacità imprenditoriali e le migliori risorse umane.

Gianni Leggieri
Consigliere Regionale M5S Basilicata