Le dichiarazioni dell’ex assessore regionale all’agricoltura – Michele Ottati – sono gravissime e meritano una operazione di verità. L’attacco di Ottati a Pittella è diretto e circoscritto. Dichiarazioni che mostrano un Presidente della Regione asservito ai poteri forti. Un Presidente parte integrante di un sistema marcio che ha avvelenato la nostra terra con complicità da parte di amministratori locali, dirigenti regionali e apparati politici.

Un attacco che dimostra che fra il petrolio e l’agricoltura, nella nostra Regione, il Presidente Pittella ha scelto di difendere gli interessi dell’ENI e della TOTAL.

Pittella deve dare spiegazioni di tutto quanto accaduto. Deve dare ai cittadini conto dei mancati controlli da parte dell’Arpab e della mancanza di intervento da parte della Regione. Pittella deve darci conto delle mancate risposte e non può limitarsi a dire che lui rappresenta la parte buona della Basilicata. La parte buona della Basilicata è rappresentata dai cittadini onesti che subiscono ogni giorno i danni provocati dalle politiche scellerate del Governo centrale e della Regione Basilicata.

La parte buona della Basilicata sono i cittadini che difendono l’ambiente, il territorio, gli agricoltori che lavorano nonostante le difficoltà legate ai disastri ambienta