Con il Decreto Direttoriale MISE del 30 marzo 2022, si aprono ufficialmente le porte d’accesso ai contributi a fondo perduto e ai finanziamenti utili per avviare o sviluppare un’impresa femminile. Il Fondo Impresa Donna, introdotto dalla Legge di Bilancio,  si pone l’obiettivo di aumentare l’occupazione femminile del 4 per cento. Sono circa 194 milioni di euro le risorse disponibili. Stabilite dal MISE le date per la presentazione delle domande di agevolazione che dovranno essere compilate seguendo la procedura informatica messa a punto da Invitalia.

Possono presentare domanda di accesso al Fondo Impresa Donna: le società cooperative, di persone, di capitale; le imprese individuali, le lavoratrici autonome e le persone fisiche (in caso di impresa costituenda), operanti nel settore industriale, artigianale, della trasformazione dei prodotti agricoli, commercio e turismo. Previsti anche servizi di assistenza tecnico gestionale alle beneficiarie ammesse al contributo.

Tutti i dettagli sulla documentazione da inviare e sulla procedura da seguire sono contenuti nel testo integrale del Decreto Direttoriale MISE del 30 marzo 2022. Per maggiori informazioni, consultare il testo completo del decreto al seguente link: —->>>> 

Gianni LEGGIERI
Consigliere Regionale M5S Basilicata