Benvenuto Ospite 

Mostra/Nascondi Header

Benvenuto ospite, scrivere in questo forum richiede registrazione.

Pagine: [1] 2 3 4
Autore ArgomentoInvito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
Mirella-
Liuzzi
Amministratore
Posts: 1246
Permalink
Post Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 23, 2013, 11:41
Cita:

Ero indecisa se aprire questa discussione negli inviti istituzionali o qui, ma reputo questo confronto un vero e proprio scambio di idee con il tema in oggetto e non un vero e proprio incontro istituzionale.
In poche parole il presidente dell'Ordine degli avvocati di Melfi ha contattato me e Vito in merito all'imminente chiusura del Tribunale: il 13 settembre 2013, data in cui dovrebbe completarsi l'iter amministrativo e burocratico finalizzato all'accorpamento del Tribunale di Melfi presso quello del capoluogo di regione.

Ho risposto che mi piacerebbe molto partecipare, ma che ovviamente bisogna trovare una data idonea visto che non so nemmeno quando potrò esserci (si parla addirittura di votare la fiducia questa settimana).
In più, vorrei che ci fosse anche qualche attivista di Melfi che venga con me e magari qualche avvocato (Anna Maria magari? Dino? Fabio?), in modo tale da avere una visione più ampia del confronto allagarto anche alle parti direttamente in causa. Potete girare l'informativa al gruppo di Melfi dato che questo forum non è frequentato da tutti? Grazie mille....

Aspetto anche vostri pareri.

Γνῶθι σεαυτόν
Io sono sempre stato interessato all'umanità. L'uomo, chi cazzo è questo tipo? Per questo alla fine, sono arrivato a pormi una domanda sciocca ma così importante "CHI SONO IO?", che è poi quella di tutti.
-T.Terzani-

Gianni-
Perrino
Amministratore
Posts: 1614
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 23, 2013, 12:40
Cita:

Cita da: Mirella Liuzzi il April 23, 2013, 11:41
Ero indecisa se aprire questa discussione negli inviti istituzionali o qui, ma reputo questo confronto un vero e proprio scambio di idee con il tema in oggetto e non un vero e proprio incontro istituzionale.
In poche parole il presidente dell'Ordine degli avvocati di Melfi ha contattato me e Vito in merito all'imminente chiusura del Tribunale: il 13 settembre 2013, data in cui dovrebbe completarsi l'iter amministrativo e burocratico finalizzato all'accorpamento del Tribunale di Melfi presso quello del capoluogo di regione.

Ho risposto che mi piacerebbe molto partecipare, ma che ovviamente bisogna trovare una data idonea visto che non so nemmeno quando potrò esserci (si parla addirittura di votare la fiducia questa settimana).
In più, vorrei che ci fosse anche qualche attivista di Melfi che venga con me e magari qualche avvocato (Anna Maria magari? Dino? Fabio?), in modo tale da avere una visione più ampia del confronto allagarto anche alle parti direttamente in causa. Potete girare l'informativa al gruppo di Melfi dato che questo forum non è frequentato da tutti? Grazie mille....

Aspetto anche vostri pareri.

Per quando sarebbe fissato l'incontro?

Non ci si dovrebbe sforzare di essere meglio degli altri, ma di se stessi un minuto prima

Mirella-
Liuzzi
Amministratore
Posts: 1246
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 23, 2013, 12:51
Cita:

Non c'è una data, mi hanno chiesto una semplice disponibilità, però ho chiesto che avvenisse nel week-end.

Γνῶθι σεαυτόν
Io sono sempre stato interessato all'umanità. L'uomo, chi cazzo è questo tipo? Per questo alla fine, sono arrivato a pormi una domanda sciocca ma così importante "CHI SONO IO?", che è poi quella di tutti.
-T.Terzani-

Mario-
Scalcione
Pro
Posts: 676
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 23, 2013, 14:15
Cita:

giusto per essere un po critico, riporto quello che pensa grillo della nostra giustizia eil problema non è il tribunale di melfi o di pisticci, che se serve per migliorare la giustizia ben venga la loro chiusura. Beppe grillo
Dal 1992, dai tempi di Mani Pulite, si discute di Giustizia, di processi, di imputati, di giudici. In molte occasioni, di fronte allo sfascio del Paese e all'impunità della classe politica, la Giustizia ha esercitato un'attività di supplenza che in realtà non le apparteneva. Ha dovuto colmare un vuoto. Non si è discusso però, quasi per nulla, del tema più importante:della Macchina della Giustizia, della sua efficienza, del suo ammodernamento, della sua obsolescenza e dei danni economici e sociale che questo comporta. L'immagine della Giustizia trasmessa nei telegiornali è quella di faldoni trasportati nei corridoi o ammassati negli uffici, della durata infinita dei processi, delle toghe di ermellino ottocentesche, di un groviglio di leggi di cui nessuno conosce l'esatto numero, i più informati ritengono che varino da un minimo di 230.000 a un massimo di 350.000. Questa situazione favorisce i furbi, i ricchi e chi delinque e tocca quotidianamente un numero elevato di cittadini e va affrontata dal prossimo Parlamento.
Il rapporto annuale “Doing business” della Banca Mondiale, dedicato alla classifica dei Paesi in cui investire, nel 2011 pone l’Italia al 157° posto su 183, per la durata dei procedimenti e per l’inefficienza della giustizia. Al 30 giugno 2011 la massa dell’arretrato in Italia era di circa 9 milioni di processi (5,5 milioni civili e 3,4 milioni penali), e sono cresciuti a dismisura i tempi medi per una causa: nel civile 7 anni e 3 mesi e nel penale 4 anni e 9 mesi.
In Italia occorrono 1.210 giorni per recuperare un credito, in Germania 394. Secondo Mario Draghi: “Nostre stime indicano che la perdita annua di prodotto attribuibile ai difetti della nostra giustizia civile potrebbe giungere a un punto percentuale”.
Il problema non dipende da risorse scarse: l’Italia spende per la giustizia quanto la Gran Bretagna, ma in Italia le risorse sono mal impiegate: un esempio è l’eccessiva frammentazioni delle sedi, un altro: in Gran Bretagna ci sono circa 27 mila giudici onorari “Justices of the peace”, che lavorano gratis, per il prestigio sociale che ne deriva. In Italia invece i magistrati onorari sono pagati. Le cause della crisi non dipendono neppure da scarsa produttività: quella degli apparati giudiziari italiani, secondo la Commissione europea per l’efficienza della giustizia (CEPEJ), è fra le più alte dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa. La causa è soprattutto l’eccesso di domanda: le sopravvenienze civili annue contenziose di primo grado per ogni giudice in Italia sono 438, in Francia 224, in Germania 54. Quelle penali annue (reati gravi) per ogni giudice, in Italia sono 190, in Francia 81, in Germania 42 (dati CEPEJ 2008). Ciò dipende in gran parte dal fatto che il sistema legale tende a tutelare di più chi viola la legge rispetto a chi subisce una lesione dei propri diritti! Per 40 anni si è risposto con l’incremento dell’offerta di giustizia. Si sono quindi raddoppiati gli organici dei magistrati di professione (che nel 2011 erano 8.834 e ci sono ancora 1.317 posti da coprire). I risultati sono stati deludenti perché la litigiosità è triplicata. Gli interventi sull’offerta di giustizia, in assenza di controllo sulla domanda di giustizia, vengono riassorbiti da una domanda crescente di contenzioso.
In Italia nel processo penale impugnare conviene perché non si corrono rischi, in quanto vi è il divieto di peggiorare la posizione dell’imputato se è solo lui appellante. Perché l’imputato condannato non dovrebbe appellare, sapendo che, se è detenuto, può uscire per decorrenza termini; se è invece libero, non andrà in carcere fino a sentenza definitiva? Dopo l’appello, ci si può rivolgere alla Corte di Cassazione. Alla fine di questa lunga corsa a tappe si può sempre sperare nella prescrizione. Quindi non solo ci sono troppi processi in primo grado, ma vi sono anche troppe impugnazioni. Il diritto di appellare del condannato è previsto da convenzioni internazionali e non può essere abolito, a meno di rinunciare a ricondurre il giudizio di cassazione alla sua funzione essenziale di garantire la "nomofilachia", cioè l’uniforme interpretazione del diritto. La soluzione va trovata nell’autoregolamentazione, introducendo rischi: si deve consentire la “reformatio in pejus” in appello. Sono poco più di 37.000 gli appelli pendenti in Francia (dove non vi è il divieto di "reformatio in peius") a fine 2009. La Corte di cassazione francese è investita di circa 8.000 ricorsi all’anno, con un centinaio di avvocati abilitati al patrocinio per le giurisdizioni superiori. (in Italia i ricorsi in cassazione penali sono circa 50.000 l’anno, quasi altrettanti quelli civili e gli avvocati cassazionisti sono circa 50.000).
L’unico efficace rimedio alla crisi della giustizia italiana è una drastica riduzione del numero dei processi sia in primo grado che nelle impugnazioni, per ricondurre i carichi a quelli di altri Paesi. Ciò comporta la riduzione del reddito degli avvocati, già oggi in diminuzione. Deve quindi essere controllata la crescita del numero degli avvocati, che oggi in Italia sono 240.000 (in Francia 47.000) e stanno aumentando di 15.000 l’anno. Un terzo degli avvocati di tutta la UE è italiano. Il 93% dei giovani laureati in giurisprudenza finisce per fare l’avvocato, spesso come soluzione di ripiego. Questo è possibile solo intervenendo sulle università, che oggi sfornano un numero impressionante di laureati in giurisprudenza.

Mario-
Scalcione
Pro
Posts: 676
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 25, 2013, 09:59
Cita:

I numeri della giustizia

http://www.ristretti.it/commenti/2012/aprile/pdf/costi_giustizia.pdf

sensounico-
13
Pro
Posts: 109
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 26, 2013, 12:40
Cita:

prima di rispondere all'invito ricevuto ritengo sia necessario dare un'occhiata al decreto (o alla diversa forma giurica) che dispone la cancellazione o accorpamento con altre strutture giudiziarie al fine di analizzare quali sia i criteri posti alla base di tale scelta. personalmente nn sono contrario alla chiusura di alcuni tribunali soprattutto quando il contenzioso nn e' tale da giustificare il mantenimento in vita. inoltre, tenete presente che c'e' a chi pesa il culo a postarsi in altre sedi (citta') per svolgere il proprio lavoro (avvocati, cancellieri) e batte i piedi per il mantenimento dello status quo.

Anna Maria-
Ricciardi
Pro
Posts: 325
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 26, 2013, 15:44
Cita:

Cita da: sensounico13 il April 26, 2013, 12:40
prima di rispondere all'invito ricevuto ritengo sia necessario dare un'occhiata al decreto (o alla diversa forma giurica) che dispone la cancellazione o accorpamento con altre strutture giudiziarie al fine di analizzare quali sia i criteri posti alla base di tale scelta. personalmente nn sono contrario alla chiusura di alcuni tribunali soprattutto quando il contenzioso nn e' tale da giustificare il mantenimento in vita. inoltre, tenete presente che c'e' a chi pesa il culo a postarsi in altre sedi (citta') per svolgere il proprio lavoro (avvocati, cancellieri) e batte i piedi per il mantenimento dello status quo.

In effetti sarebbe opportuno leggere il provvedimento per conscerne le motivazioni. In più, siccome comunque comprendo l'ansia dei dipendenti, potremmo prendere visione dell'organico per fare una stima del disagio che creerebbe una decisione del genere? Questo non perchè si vuole salvare il sedere ai dipendenti, che comunque sono persone che meritano tutto il nostro rispetto, ma perchè è bene avere una panoramica complessiva dei pro e dei contro di questo provvedimento, al fine di adottare una linea bilanciata e corretta verso tutti. Mirella, quando verrai in possesso di questi dati, sarò ben felice di analizzare con te la questione.

Mirella-
Liuzzi
Amministratore
Posts: 1246
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 30, 2013, 00:07
Cita:

Sono stata nuovamente contattata dall'ordine che vuole che io faccia qualcosa.
Ho spiegato ovviamente che io non posso decidere da sola ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma mi servo dell'aiuto degli attivisti e della rete.
Ho linkato questa conversazione e richiesto nuovamente delle documentazioni per poterci fare un'idea più chiara come notato da Fabio ed Anna Maria ma contemporaneamente facendo fronte alle perplessità di Mario.

Ho chiamato anche il candidato sindaco portavoce del M5S di Lavello (Giancarlo) per sapere se era disposto a venire con me all'eventuale incontro, accogliendo la sua disponibilità.
Aspettiamo una documentazione più precisa per farci un'idea sul da fare e poi decidiamo insieme (come sempre).

Un abbraccio
Mirella

Γνῶθι σεαυτόν
Io sono sempre stato interessato all'umanità. L'uomo, chi cazzo è questo tipo? Per questo alla fine, sono arrivato a pormi una domanda sciocca ma così importante "CHI SONO IO?", che è poi quella di tutti.
-T.Terzani-

Mario-
Scalcione
Pro
Posts: 676
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 30, 2013, 07:34
Cita:

Cita da: Mirella Liuzzi il April 30, 2013, 00:07
Sono stata nuovamente contattata dall'ordine che vuole che io faccia qualcosa.
Ho spiegato ovviamente che io non posso decidere da sola ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma mi servo dell'aiuto degli attivisti e della rete.
Ho linkato questa conversazione e richiesto nuovamente delle documentazioni per poterci fare un'idea più chiara come notato da Fabio ed Anna Maria ma contemporaneamente facendo fronte alle perplessità di Mario.

Ho chiamato anche il candidato sindaco portavoce del M5S di Lavello (Giancarlo) per sapere se era disposto a venire con me all'eventuale incontro, accogliendo la sua disponibilità.
Aspettiamo una documentazione più precisa per farci un'idea sul da fare e poi decidiamo insieme (come sempre).

Un abbraccio
Mirella

Mirella-
Liuzzi
Amministratore
Posts: 1246
Permalink
Post Re: Invito Ordine degli Avvocati di Melfi su chiusura Tribunale
il: April 30, 2013, 18:56
Cita:

Ecco cosa mi hanno scritto oggi:

Mi faccia sapere, in ogni caso, quando si può tenere questo incontro e dove, incontro con Lei, cui, noi tutti, teniamo molto. Per noi andrebbe bene anche venerdi prossimo nel pomeriggio.
Inviti anche il candicato Sindaco di Lavello che ovviamente conosco e tutti coloro abbiano a cuore le sorti del Tribunale di Melfi . Le spiegheremo nel corso dell'incontro la complessa situazione e cosa possiamo fare tutti insieme.
Tenga conto che noi a Melfi abbiamo solo Lei e l'On.le Petrocelli essendo, la nostra terra, orfana di chiunque abbia a cuore gli interessi della nostra gente.

A questo punto vi sottopongo tre opzioni:
1 mettere nell'odg della prossima riunione a Matera (venerdì prossimo non riesco a tornare in tempo, quindi slitterebbe ancora di due settimane) l'argomento. VANTAGGI: non ci dobbiamo muovere e Fabio e Anna Maria possono essere presenti. SVANTAGGI: Non so se si possono spostare da Lavello e Potenza, in più non è un argomento che fare con la città di Matera.
2 incontro io da sola queste persone o mi metto d'accordo esclusivamente con chi è interessato (Fabio, Anna Maria, Giancarlo e alcuni ragazzi di Potenza). In questo caso, l'incontro si potrebbe fare sabato mattina in un luogo intermedio (Potenza?). Insomma: ce la vediamo noi.
3 non facciamo l'incontro (per i dubbi che sono emersi)

Vi prego, fatemi sapere nel più breve tempo possibile. Anche votazione su basilicata5stelle.it immediata.

Γνῶθι σεαυτόν
Io sono sempre stato interessato all'umanità. L'uomo, chi cazzo è questo tipo? Per questo alla fine, sono arrivato a pormi una domanda sciocca ma così importante "CHI SONO IO?", che è poi quella di tutti.
-T.Terzani-

Pagine: [1] 2 3 4
Mingle Forum by cartpauj
Versione: 1.0.34 ; Pagina caricata in: 0.319 secondi.
Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •