Favorevoli al taglietto sulle indennità, dispiace per l’astio nei nostri confronti.

Il Consiglio Regionale di Basilicata ha finalmente approvato una riduzione delle indennità spettanti ai consiglieri regionali. Non ci siamo sottratti al voto favorevole della proposta anche se questa non era totalmente allineata a quella da noi presentata. Anche grazie a noi e alle nostre continue spinte, il Consiglio ha dovuto affrontare il provvedimento: si è concluso lo stucchevole ping-pong messo in piedi dalla maggioranza e da alcuni improvvisati alleati della minoranza.

Se ci sarà data la possibilità di governare questa regione, applicheremo la nostra idea di tagli alla politica. In questi anni di legislatura abbiamo dimostrato che è possibile fare politica in un altro modo senza gravare eccessivamente sulle casse della collettività: abbiamo destinato 220 mila euro, frutto del taglio delle nostre indennità, a 22 progetti presentati da Scuole Pubbliche su tutto il il territorio regionale. Ci teniamo a sottolineare, per farlo presente a qualche esponente della maggioranza, che il bando era aperto a tutti gli istituti pubblici secondari di secondo livello presenti sul territorio regionale e che è stato deciso di finanziare tutti i 23 progetti pervenuti.

Una considerazione va fatta anche sulle dichiarazioni di alcuni Consiglieri del partito di maggioranza, in particolare di Piero Lacorazza e il neo segretario PD, nonché delfino del presidente Pittella, Mario Polese. Davvero ridicoli e penosi gli attacchi al M5S: tirare in ballo il simbolo del M5S e la Casaleggio Associati nella discussione sui tagli alla politica, evidenzia la disperazione di un PD che non riesce a fermare una continua emorragia di consensi dovuta alle disastrose politiche messe in campo sin dalla sua nascita. È come se gli scandali locali (“Rimborsopoli” per ricordarne uno) o quelli più nazionali (Banca Etruria il più recente) fossero tutti riconducibili alla Casaleggio Associati o al M5S in generale. Il neo segretario Polese che fa riferimento all’albero di Natale di Roma è il sintomo di un partito che non ha più niente da dire.

Per coloro che ancora non credono al nostro modo di fare politica e all’entità dei nostri tagli, evidenziamo che il MoVimento 5 Stelle dalla sua nascita ad oggi ha rinunciato, restituito e donato oltre 80 milioni di euro. Precisamente: 80.727.585 euro (156,4 miliardi di vecchie lire). Una cifra che aumenta ogni giorno. Invitiamo tutti a visitare il sito www.tirendiconto.it.

Gianni Perrino
Gianni Leggieri
M5S Basilicata – Consigliere Regiona

 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi