Il fallimento della Basilicata è colpa del Partito Regione e delle finte opposizioni. I lucani meritano una nuova classe dirigente.

E’ troppo semplicistico parlare di fallimento della politica spostando le responsabilità su un sistema astratto e impersonale. Il fallimento della Basilicata certificato dai numeri dell’economia, dell’occupazione, delle partite iva, dei servizi , è innanzitutto il fallimento dei politici che in questa Regione hanno governato.

Il fallimento non è della politica ma delle persone che da anni si alternano al governo di questa Regione, ma soprattutto di quelle che da anni invece siedono con costanza su quelle poltrone da cui si decidono le sorti dei cittadini lucani. La politica è fatta di uomini, è fatta di scelte, è fatta di comportamenti, di principi, di priorità.

In questi anni chi ha amministrato la regione Basilicata ha fatto scelte sbagliate, ha perseguito politiche clientelari che hanno arrecato solo danni, ha continuato a coltivare un piccolo orticello personale per un semplice ritorno di voti.

Basta allora con le ipocrisie e basta con i soloni del sistema politico lucano che salgono in cattedra per dispensare saggezza a destra e manca. Questi stessi soloni sono i colpevoli della cattiva amministrazione della cosa pubblica. Questi stessi soloni da anni si alternano alla guida della Regione. Questi stessi soloni da anni hanno finto di essere opposizione per poi perpetuare continui inciuci sotto banco. Questi stessi soloni sono quelli che con continui cambi di casacche e di partito si sono presentati ai lucani ora come forza di opposizione ora come forza di governo, alleandosi con quelli che fino al giorno prima criticavano e accusavano.

La politica non ha fallito, i politici invece si. La politica è solamente il luogo all’interno del quale operano “esseri politici” di diversa specie e natura. Alcuni appartengono ormai al pleistocene e dovrebbero andare in pensione per lasciare spazio a chi realmente vuole un cambiamento per il bene di questa Regione. Pittella e tutti i suoi cortigiani dovrebbero prendere atto del fallimento del loro modo di fare politica e del loro agire politico. Altro che ricandidatura, la Basilicata merita una nuova classe politica perché solo così si potrà avere anche una nuova politica.

Gianni Leggieri
Capogruppo M5S Basilicata

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi