Sanità lucana sempre più precaria.

E’ un vero stillicidio quello che sta colpendo il sistema sanitario del Vulture – Alto Bradano. Uno stillicidio che riguarda l’intero sistema di welfare regionale, ma che in questo periodo particolare sembra colpire in maniera più eclatante proprio la zona del Vulture.

Tra ridimensionamenti dei presidi ospedalieri, mancanza di personale, indebolimento del sistema di soccorso, servizi chiusi, singhiozzanti o annunciati e mai attivati, si continua da parte dei cittadini a subire il peso di un servizio sanitario regionale che fa acqua da tutte le parti.

L’ultima notizia riguarda la sospensione estiva del trattamento di logopedia, attivo presso la Fisioelle di Lavello. Un servizio utile per moltissimi bambini che dovrebbe subire una incomprensibile pausa estiva. Ormai la sanità lucana lavora a mezzo servizio, infatti non è l’unico caso di chiusura estiva che in questi giorni viene paventata.

Una situazione naturalmente inaccettabile, come inaccettabile è il silenzio assordante delle istituzioni e del Presidente Pittella su questo problema. Siamo veramente arrivati al limite di sopportazione, i cittadini lucani non meritano questo trattamento e non si può continuare a vivere in una Regione dove tutto è precario.

Capogruppo M5S Basilicata
Gianni Leggieri

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi