Non solo scorie radioattive: ad Altamura il dibattito ha toccato diversi aspetti.

Al di là della facile retorica, al di là degli infiniti saluti istituzionali, eventi come quello svoltosi ieri sera ad Altamura, rappresentano un ottimo punto di partenza per creare consapevolezza e senso comune nella popolazione, ma anche per verificare la coerenza di Sindaci, Consiglieri, Onorevoli e di chiunque abbia un ruolo di responsabilità nella pubblica amministrazione.

Ieri è stato acceso un faro sulla questione ‘deposito unico nazionale di scorie radioattive’, ma inevitabilmente il dibattito si è spostato su altri tipi di emergenze presenti sul territorio murgiano e non solo. Inevitabilmente, l’analisi di alcuni Sindaci e Consiglieri, è caduta sulle scelte che questo governo scellerato ha imposto e che rischiano di stravolgere la natura dei nostri territori: le trivellazioni selvagge, ma anche la gestione del ciclo dei rifiuti.

Ci aspettiamo coerenza da Sindaci e Amministratori che ieri hanno fatto muro compatto contro la minaccia del deposito unico. E come si misura questa coerenza? Basterebbe dare seguito a metà delle parole gridate ieri al pubblico di Altamura.

La coerenza sta nel rifiutare impianti altamente impattanti per i territori e la salute dei cittadini. A Matera, ad esempio, è preoccupante il silenzio del Sindaco De Ruggieri sull’attività di Italcementi che, solo qualche mese fa ha richiesto di quintuplicare la quantità di rifiuti da bruciare per la produzione di cemento. Anche combustibili quali il pet-coke (la “feccia del petrolio”), pneumatici e materiali plastici sono scorie dannosissime per la salute dei cittadini.

La coerenza, per dirne un’altra, sta nel rifiutare la politica dell’emergenza. In Basilicata sguazziamo nell’emergenza rifiuti e all’orizzonte non vi è alcuna prospettiva per una gestione seria e sostenibile del ciclo dei rifiuti facilmente ottenibile da una regione che ha circa 600 mila abitanti.

Ci auguriamo che l’incontro di ieri sia stato un contenitore di consapevolezza e non un momento vuoto per fare la solita passerella e salutare colleghi di altre regioni. Il M5S Basilicata sarà sempre al fianco di tutti coloro che vorranno intraprendere la via dello sviluppo sostenibile dimostrando coerenza attraverso gli atti.

Gianni Perrino
Portavoce M5S Basilicata – Consiglio Regionale

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Referendum per uscire dall’ Euro
Giornalino del M5S Basilicata
Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi