Reddito minimo garantito, Efficientamento energetico e contributi alle famiglie in difficoltà, ecco l’ assestamento M5S. Presentati 23 Emendamenti al DDL sull’assestamento del bilancio preventivo regionale 2014

Il Gruppo Consiliare M5S Basilicata ha depositato 23 emendamenti al disegno di legge sull’Assestamento del Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario 2014 e del Bilancio Pluriennale 2014/2016”. Nei 30 articoli che costituiscono il DDL non mancano insidie e norme oscure che sembrano rivolte al soddisfacimento di interessi particolari. Il Gruppo M5S ha cercato di contribuire a migliorare l’articolato facendo proposte alternative che ricalcano alcuni dei principi cardine del M5S:  introduzione del “Reddito minimo garantito” in sostituzione del “Reddito di inserimento”, quest’ultimovero e proprio “remake” della misura fallimentare che, nata come “sperimentazione”, viene prorogata da almeno un decennio (CoP.E.S.).

L’emendamento modificativo propone di utilizzare gli oltre 18 milioni di euro complessivamente già previsti in bilancio preventivo (per interventi per soggetti a rischio di esclusione sociale e per le famiglie),  per superare, assorbire e ampliare la platea dei beneficiari del COPES, istituendo, appunto, un “reddito minimo garantito” destinato a coloro che sono al di sotto della soglia di povertà relativa e che non percepisce gli ammortizzatori sociali. SI PUO’ FARE CARI CONSIGLIERI REGIONALI!!!

Anche in materia energetica e ambientale abbiamo voluto dire la nostra: la riqualificazione energetica degli edifici è prioritaria per il M5S e, per questo, abbiamo proposto di aumentare i fondi (insufficienti) stanziati dalla Giunta a 11 milioni di Euro (fino al 2016) attingendo al progetto comunitario ELIH-Med dedicato alla riqualificazione energetica degli edifici e degli appartamenti i cui proprietari sono a basso reddito. Promosso da ENEA (e già realizzato, ad esempio, provincia di Sassari e nel comune di Genova), il progetto ELIH-MEd permetterebbe, a costo zero, di migliorare l’efficienza energetica, dando potere d’acquisto ai meno abbienti e contrastando il lavoro nero in edilizia.

Un’altra proposta del M5S è quella di  concretizzare la mozione in favore degli sfollati di Vico Piave a Matera, votata all’unanimità da tutto il Consiglio Regionale lo scorso giugno: la misura prevede un contributo straordinario di € 500.000,00 da destinare alle persone e ai nuclei familiari la cui abitazione principale, luogo di dimora abituale e residenza anagrafica, risulti distrutta o definitivamente dichiarata inagibile.

Sono state proposte, poi, le seguneti altre “correzioni” al DDL sull’assestamento: obbligatorietà della Stazione Unica Appaltante Regionale della Basilicata anche per le società strumentali, collegate e controllate; rafforzata la cd “clausola sociale” che prevede che, in cambio di appalto, il personale uscente abbia precedenza nell’assunzione; è stata richiesta l’adozione del “Piano regionale dei trasporti e del Piano dei trasporti di bacino”; è stata ribadita la necessità di approvare un“Piano di tutela delle acque”; si è chiesto di superare la inaccettabile prassi della “proroga permanente” in tema di gestione dei trasporti pubblici locali; si è evidenziata la necessità e urgenza di aggiornare il “Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti” ai principi, imposti dalla legge nazionale e comunitaria, di riduzione dei rifiuti prodotti attraverso la raccolta differenziata “spinta”, il riciclo e il riuso;  nel caso della gestione dei rifiuti, a parere del M5S, solo l’adozione del predetto Piano, come aggiornato entro la scadenza di ottobre 2014 imposta dalla normativa nazionale, potrà sconfiggere la logica perversa dell’emergenza costante che legittima l’ampliamento (in deroga) delle discariche esistenti o di altri impianti di trattamento dei rifiuti (anche degli inceneritori).

Altri emendamenti riguardano  la necessità di: dare certezza temporale alla cessazione e superamento delle comunità montane; evitare speculazioni nella vendita del patrimonio ALSIA; ribadito un secco NO all’ennesima riapertura dei termini per il condono degli abusi edilizi: non è proprio il caso di andare nuovamente in soccorso ai palazzinari lucani!

  M5S BASILICATA – GRUPPO CONSILIARE

GIANNI PERRINO
GIANNI LEGGIERI

Vedi emendamenti: feedback—>>

 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi