Lettera Aperta allo Staff

Spett.le Staff di Beppe Grillo,

dopo attenta e prolungata riflessione, i sottoscritti attivisti del Movimento 5 Stelle, alla luce del più che sorprendente risultato ottenuto nelle votazioni primarie dal potenziale candidato Consigliere e Presidente Prof. Francesco Vespe, dichiarano pubblicamente il proprio biasimo per come impudentemente si siano violate le regole formulate e già condivise all’epoca delle cosiddette “Parlamentarie” dal Movimento relativamente alle prescrizioni da adottare in fase di votazioni primarie:

“Il voto è individuale e bisogna evitare che sia pilotato da fantomatiche assemblee o comitati, entrambi esclusi categoricamente dal Non Statuto. Dobbiamo evitare la replica delle congreghe partitiche su base locale create per favorire uno o più candidati a scapito di tutti gli altri. Chi cercherà di pilotare il voto sarà diffidato e escluso dalle votazioni, sia che si tratti di candidato che di votante.” [dal post: Parlamentarie, istruzioni per l'uso]

Nonostante, da parte nostra, sia sempre stata garantita al potenziale candidato Presidente Prof. Vespe, così come a chiunque altro, totale apertura, spirito di condivisione e collaborazione, nostro malgrado, abbiamo registrato, nei fatti come nelle parole, in precise circostanze già parte della recente cronaca politica locale, un pressoché totale disprezzo dei principi e delle norme comportamentali che dovrebbero adottare tutti coloro che esprimono la volontà di proporsi a portavoce del Movimento. Ne è prova la “candidatura” anzitempo, addirittura precedente alla definizione di regole e metodi condivisi per la composizione delle liste, annunciata sul forum di Basilicata5Stelle.it e ripreso dalla stampa locale. Ne è prova il “comitato pro Vespe” ufficialmente attivo conseguentemente alla seconda discesa in campo ufficiale del Professore, avvenuta dopo aver pubblicamente ritirato la prima. Ebbene tutto questo è agli antipodi con ciò che noi intendiamo essere il Movimento 5 Stelle, un luogo in cui promuovere idee e processi politici per il bene comune, mosse dal basso attraverso sistemi di democrazia diretta e non assecondare o addirittura agevolare, mai, le narcisistiche velleità personali. Tutto ciò considerato, appare chiaro ai nostri occhi che tale comportamento mal si concilia e, per dirla tutta, appare oltremodo antitetico con quanto sino ad oggi intrapreso dal Prof. Vespe, il quale in coerenza e assoluta continuità con quanto, in più occasioni, ha pubblicamente dichiarato, legittimamente, si muove nel solco che è a lui più congeniale perché parte bene integrata di quel sistema che difficilmente potrà rinnegare. Lo dimostrano le parole contenute in questo articolo o quanto dichiarato in quest’altro articolo.

Nonostante riconosciamo nel Professore una vasta cultura ed una eccezionale sensibilità, per tutto quanto qui espresso, i sottoscritti attivisti del Movimento 5 Stelle, sin d’ora si dissociano totalmente da future azioni e dichiarazioni portate ad opera o per conto del potenziale candidato Presidente Prof. Francesco Vespe, con l’intento di sottoporre allo Staff quanto in queste settimane sta accadendo.

Vivissime Cordialità.

[in rigoroso ordine alfabetico]
Domenico Bennardi, Saverio Castoro, Antonio Di Gioia, Fabio Di Lecce, Teresa Di Matteo, Angelo Giordano, Antonio Giura, Giovanni Lasalandra, Antonio Manicone, Antonio Materdomini, Annamaria Ricciardi, Leo Rubino, Angelo Sacco, Gianni Sarra, Orazio Signorella, Francesco Ventura

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi