Il Comitato Difesa Ospedale di Tinchi richiede incontro alle Istituzioni

video di pisticci.com

La salute pubblica e il ripristino dei tagli avvenuti in questi anni in questo settore nevralgico sono un tema centrale nel programma del M5S. Uno dei diritti fondamentali dell’uomo è quello alla salute, sancito dalla nostra Costituzione.
Nel corso degli anni sono stati spesi enormi somme di denaro per l’ospedale di Tinchi e più volte è stato espresso da parte della Regione l’intento di farne un centro nevralgico, tanto da rappresentare un’eccellenza.

Ultimamente il centro è stato arricchito di una piscina idroterapeutica per la riabilitazione (mai entrata in funzione), stanze di ricovero all’avanguardia e rifacimento di sale operatorie. L’ospedale, in poche parole, è stato un grosso investimento.
La protesta in essere di oggi, 6 Marzo 2013, avveniva innanzitutto per avere una risposta dai consiglieri Comunali e Regionali che avevano promesso un incontro con la cittadinanza (mai avvenuto) e un chiaro intento su cosa fare nel futuro.

Il motivo principale della rabbia degli aderenti al Comitato è dovuto soprattutto alle menzogne che i politici locali hanno loro raccontato negli anni e alla certezza di essere presi in giro.
Non c’è alcun campanilismo nelle loro richieste, rispetto ai presidi oggi esistenti e funzionanti a Matera, Policoro o Tricarico: sono persone che hanno chiesto chiarimenti e certezze, ricevendo solo false promesse, opere inutili e costose.
Il comitato richiede questo: chiarezza. E a noi non sembra una richiesta così assurda.

Mirella Liuzzi e Vito Petrocelli

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi