L’acqua è pubblica: il referendum va rispettato

 

Il Movimento 5 Stelle a Nova Siri si associa alla campagna di obbedienza civile Il mio voto va rispettato promossa dal coordinamento nazionale dei movimenti per l’acqua.

Le domeniche 13, 20 e 27 Maggio a Nova Siri Scalo, al banchetto allestito lungo Viale Siris, il Movimento 5 Stelle raccoglierà i reclami per l’attuazione del 2° quesito referendario del 12-13 aprile 2011, da presentare in seguito al mancato adempimento della Politica nazionale dell’istanza espressa dalla maggior parte degli Italiani, che espressamente ha deciso che l’acqua sia un bene e non una merce e come tale non si dovrebbe ricavare profitto dalla sua gestione.

Secondo i termini di legge il Popolo italiano ha diritto ad una decurtazione corrispondente alla quota di profitto dell’Ente gestore, che per quanto riguarda la Basilicata è di quasi il 5%, a partire dal 21/07/2011.

Il diritto all’autoriduzione si ritiene acquisito dall’esito referendario e potranno essere richiesti i rimborsi per le quote in bolletta precedentemente versate e autoridurre della stessa percentuale le bollette successive.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
In : Acqua

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Amministrazione Trasparente
Iscriviti alla Newsletter

Calendario
Archivi